Lo smart working si è rivelato essere la svolta dei processi produttivi post Covid, tra non poche difficoltà, a partire da una forma mentis ancora troppo legata ai sistemi di lavoro tradizionali.

cyberbullismo01L’emergenza Coronavirus ci ha proiettato in una nuova dimensione che il genere umano non sapeva di poter gestire. Eppure, come recita il vecchio motto “di necessità virtù”, tra difficoltà e non pochi sacrifici, siamo riusciti a riaddomesticare il nostro sistema di vita, soprattutto quello lavorativo, che adattandosi alle nuove minacce biologiche ha dovuto piegare i propri mezzi, per alcuni versi soprattutto in italia ancora vergini, sperimentando quello che si è rivelato come la svolta dei processi produttivi post Covid: lo smart working.

E così da workaholic office addicted siamo passati a workaholic home addicted, perché lo stacanovismo è risultato essere una predominante in ogni tipo di lavoro, remoto o meno.
Tutta la nostra produttività si è spostata all’interno delle mura domestiche, rivelando la capacità umana di lavorare nonostante il luogo dove ci troviamo, e soprattutto in alcuni casi, performando persino meglio di prima.
 
E in tutto questo la tecnologia come ci ha aiutato?
 
L’utilizzo di VPN aziendali ha reso possibile gran parte dei lavori da remoto e a fianco di questa nuova possibilità l’assistenza con gestione da remoto si è rivelata essere un aiuto fondamentale. Ecco perché aziende che prima non avevano sperimentato questo tipo di servizio hanno dovuto portarsi al passo.
 
L’assistenza da remoto però anche in questo caso può essere un’arma a doppio taglio per chi si occupa di sicurezza e in questo senso è assolutamente fondamentale affidarsi ad esperti e società con una buona credibilità nel settore.
 
Chi si connette da remoto ad un computer aziendale ha i privilegi per accedere ad ogni dato, è perciò fondamentale che sia un vero professionista poiché come sempre anche in questo caso il fattore umano è sempre l’anello più debole nel campo della sicurezza informatica.
 
A fianco di una selezione accurata come sempre andrà considerata anche una formazione adeguata per i dipendenti rendendoli consapevoli dei rischi di un cattivo utilizzo di un accesso remoto e della pericolosità di una mancata disconnessione che mette a repentaglio i dati contenuti nel device. Come sempre una figura specializzata a fianco di dipendenti consapevoli e adeguatamente formati rendono la sicurezza informatica più solida.
 
E così anche in un’era dove si rende necessario un certo distanziamento umano, ora più che mai la grande connessione che ha creato la vera svolta epocale, ha potuto fare la differenza nel campo produttivo.